Confesso di aver vissuto. In 24 ore ho postato 27 selfie assortiti (solo e male accompagnato), 24 immagini dei dolci pargoli (ogni scarrafone… ), 22 foto del gatto (alla 23esima, la bestiola ha reagito con un graffio ben assestato e ha chiesto asilo ai tetti), 7 immagini del cane del vicino, 3 primi piatti (i secondi e i dolci escono maluccio, non sono fotogenici), 10 aforismi altrui, 12 pseudo battute, 9 invettive contro il prossimo, 8 elegie “misero me, misero me”, 7 frasi schizofreniche, 1 “buongiorno mondo”, 1 “notte a tutti”. Inoltre, ho massacrato 14 volte il congiuntivo, 27 ho mandato in frantumi la punteggiatura e ho disseminato ben 162 orgogliosi puntini sospensivi (con i 3 di questo post salgo a 165). A testimoniare la pregna esistenza, quei radiosi 546 “mi piace”. Grazie a tutti.