andrà tutto bene

Pensate ad una piazza, come tante in Italia, con la sua storia calpestata, i suoi palazzi d’epoca, malandati o mal restaurati,  quattro zolle di terreno, un tempo rigogliose aiuole, come raccontano gli anziani del quartiere, un paio di panchine imbrattate, sei tronchi, una volta, orgogliose palme, divorate, oggi, come dichiara il Comune, dall’opera di voraci parassiti. Insomma, uno spazio da attraversare senza stupore, come impone il balbettio della vita odierna. Senza badare neppure a quella lapide, posta la centro del viavai, con nomi e date, in ricordo di un evento, troppo lontano per trovare posto nella memoria umana.

Ascolta l’intero episodio di Vite parzialmente scremate,
il podcast per chi ama le storie comuni.

9 Comments

  1. Che emozione ritrovare la calda voce che mi ha donato preziosi consigli sulla scrittura. Ricordo sempre con piacere e gratitudine il bellissimo seminario sulla creazione del personaggio. Davvero indimenticabile. Le dico grazie per la storia di oggi e per la disponibilità di allora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...