questa notte

Non manderò a quel paese il 2020, anche se comprendo le esortazioni più istintive e liberatorie per congedare i 12 mesi passati. Lo trovo troppo facile e assolutorio. E non mi ubriacherò per dimenticare. Allo scoccare della mezzanotte voglio essere lucido e ricordare. Lo devo alle mani che non potrò più stringere, agli abbracci che non ho potuto dare, ai sorrisi ricevuti nonostante le mascherine, a coloro che ci sono stati, ci sono e ci saranno, senza considerarli dei numeri. Lo devo, per dire a me stesso e a chi voglio bene che sarà un anno buono, per la comprensione, l’eguaglianza, l’accoglienza, la lealtà, la gentilezza, l’ironia. Uno di quegli anni portatori sani di umanità. Se non andrà proprio tutto bene, ci accontenteremo del bene, quando ci sarà, per noi e per i nostri complici di vita. Buon anno.

13 pensieri riguardo “questa notte”

  1. Posso sedermi vicino a te?
    Forse da adulti riusciamo a leggere i sorrisi sotto questo bavaglio eufemisticamente mascherine.
    Sai che la mia cagnolina mi guarda spaesata quando la indosso perché non riesce a percepire il mio stato d’animo ? Un po’ come i bambini molto piccoli.
    Buon anno Giovanni.

    Piace a 1 persona

Rispondi a sherazade Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...