Antichi mestieri

“Chi vo vevere?! Fredda, Fredda, chi veve?!” Ecco il suo richiamo. Arriva l’acquaiolo con il suo carico di cristallina bontà. Offre sorsi di fresco benessere, istanti di ventilata oasi nell’afosa giornata napoletana. Napoli e il suo carico d’umanità, i suoi venditori, il suo commercio. Napoli come lo scorrere dell’acqua, il suo incessante procedere, la sua vivace e imprevedibile andatura. Dalle preziose fonti sgorgava la sopravvivenza per alcuni, un chiassoso e lazzaro folclore per altri.

anno 2006 | pagine 96 | formato 15×21