il Natale di Assunta

La città in festa dona un ricordo, e solo quello. Come un'onda malinconica che travolge l'anima, magari durante l'affannosa ricerca dell'ultimo inutile regalo. È una stella cometa: attraversa il pensiero e conduce a quella persona o a quel luogo. Questo è il vero fascino degli ultimi giorni di dicembre. Oggi, la mente regala il volto… Continua a leggere il Natale di Assunta

l’armonica diversità

Ciro Martanna era uomo di mare. Nel suo sguardo potevi leggere la furia del vento, la bizzarria delle onde, l’appuntito sole, una fanciullesca semplicità. Raccontava i suoi viaggi, storie di porti lontani, luoghi al confine del tempo e del navigabile. Il linguaggio universale era fatto di sorridenti fonemi, strette di mano, piccoli grandi gesti d’accoglienza.… Continua a leggere l’armonica diversità

come canapa semplice e preziosa

Lo sguardo segue  il fluire dei fianchi tuoi, dalla pelle ambrata sino al candore delle lenzuola. Finalmente dormi serena, dopo ore d’onde impetuose e sguardi appiccicati al soffitto. L’aria offre ancora l’odore della rassegnazione, di quel placido e inerme scorrere, tra carrelli della spesa e piatti da lavare, tra il sogno abbandonato sull’altare e gli… Continua a leggere come canapa semplice e preziosa