questione di rispetto

Per gli appassionati della scrittura e della lettura, Parola mia era un appuntamento televisivo da non perdere. Erano gli anni Ottanta e il piccolo schermo preferiva ancora il sottovoce, il rispetto per le parole, la pura e nutriente narrazione dei fatti. Il programma a quiz sulla lingua italiana – erede dell’artigianale Non è mai troppo […]

Read More…

Libero chiama radio costa

La mente ricorda di quando la televisione era in bianco e nero e i sogni a colori. Il piccolo schermo trasmetteva, per la tv dei ragazzi, I racconti del faro (1967), uno sceneggiato (oggi, in un impeto di obesa modernità, si dice fiction) dedicato alla vita di un vecchio obelisco del mare. I protagonisti erano […]

Read More…

malalingua

Sono giorni di promesse e polemiche, di amarcord e melodie catodiche, d’indici d’ascolto e pensieri mignoli, di ricette ipercaloriche e anemie tricolori, di proteste e contese, di santi e naviganti, di poeti e rancorosi. Ma soprattutto di parolacce, dette, ridette, affrescate e oscurate, messe all’indice e poi riabilitate. Il popolo del quandocivuolecivuole si destreggia in […]

Read More…