È narrazione lieve e profonda, semplice e incisiva, grazie all’alternarsi di testi teatrali, immagini, brani video, testimonianze e musiche. Il coinvolgimento dello spettatore avviene in maniera empatica, complice la preziosa tradizione dei cantastorie. Gli ingredienti proposti sul palco creano un filo rosso che lega il tutto e dona allo spettacolo un carattere innovativo, a metà strada tra l’inchiesta e il teatro di narrazione, lasciando sempre spazio all’ironia e alla creatività. Attraverso il racconto delle azioni di donne e uomini, inconsapevoli protagonisti della storia, il progetto recupera la memoria collettiva, i piccoli grandi misteri del nostro passato, le tradizioni locali. Il narratore porta alla ribalta esistenze normali, incastonate nel mosaico di eventi straordinari, artefici di mutamenti collettivi e nuove architetture caratteriali.

Per la nuova stagione, Ti racconto la storia propone
ACQUAPAZZA 

AP