La scrittura esige virtù scoraggianti, sforzi, pazienza; è un'attività solitaria in cui il pubblico esiste solo come speranza.

Simone De Beauvoir, Memorie d'una ragazza perbene, 1958

questione di rispetto

Per gli appassionati della scrittura e della lettura, Parola mia era un appuntamento televisivo da non perdere. Erano gli anni Ottanta e il piccolo schermo preferiva ancora il sottovoce, il rispetto per le parole, la pura e nutriente narrazione dei fatti. Il programma a quiz sulla lingua italiana – erede dell’artigianale Non è mai troppo […]

Read More…

l’istruzione secondo Alberto Manzi (1924-1997)

“Se dai ad un uomo del pesce, egli si ciberà una volta. Ma se tu gli insegni a pescare, egli si nutrirà tutta la vita.” Kuang-Tsen In queste brevi frasi è racchiusa tutta l’importanza dell’istruzione: “qualcosa che deve nutrire per tutta la vita”. (…) Che cosa significa “diritto all’istruzione”? Offrire conoscenze che aiutano a migliorare […]

Read More…

Libero chiama radio costa

La mente ricorda di quando la televisione era in bianco e nero e i sogni a colori. Il piccolo schermo trasmetteva, per la tv dei ragazzi, I racconti del faro (1967), uno sceneggiato (oggi, in un impeto di obesa modernità, si dice fiction) dedicato alla vita di un vecchio obelisco del mare. I protagonisti erano […]

Read More…

il cappotto di antonio

Il giovane Antonio aveva due certezze: l’irrefrenabile voglia di recitare e l’inseparabile cappotto. Quel viso asimmetrico, quell’anima malinconicamente mediterranea non si abbatteva dinanzi alle difficoltà degli inizi. «Farò l’attore – ripeteva a se stesso – alla faccia di chi mi vuole male». Pronunciava la frase sottovoce, ogni mattina, lungo il percorso che lo portava al […]

Read More…

semplici e scostumati

Una volta, il popolo, quel brulicante ammasso di sangue, terra, sole e tanti sospiri, non pronunciava la parola “semplicità”, non avvertiva l’urgenza di evocare la genuina patria delle azioni e del sentire quotidiano. Gli anni sono rotolati a valle, nella conca del vivere artefatto.

Read More…

jesce sole

Nel paese del colore, del mare, delle idee sbilenche che inondano strade e piazze, la colonnina di mercurio si inchioda sul freddo, sul cinico e algido sentimento di confine, dove tutto è permesso. Piove sulla città della misericordia, del tira a campare, del domani da sognare.

Read More…

Ogni parola dipingeva una nuova storia di mare, luogo centrale della narrazione. In quello spazio dalle sfumature instabili, occorre lasciarsi andare, seguire la rotta, fatta di suoni, odori, colori, metafore, inciampi, rinascite.

scopri Acquapazza